Pensieri su Mancuso

Debbo dire che la mia prima reazione, dopo aver visto il video della conferenza dello scienziato Stefano Mancuso, è stata di stizza: ho trovato la sua esposizione e il suo linguaggio tipici di chi, partendo da una propria formazione scientifica settoriale, prova a formulare un’interpretazione e una visione generale della vita umana, non solo da un punto di vista squisitamente biologico, ma anche sociale, culturale e politico. Mi sono sembrati eccessivi e contraddittori i riferimenti alla limitatezza delle capacità intellettive del cervello umano, in rapporto a quelle dei vegetali. Infatti, mentre lui si interroga sulla qualità delle nostre vite e delle nostre scelte, non mi risulta, almeno al momento, che il mondo vegetale faccia altrettanto.

Riflessioni sul mondo delle piante presentato da Stefano Mancuso nel video "L'organizzazione vista delle Piante".
Stefano Mancuso

Poi mi sono detto che, probabilmente, fosse una provocazione lanciata da chi, partendo da una posizione estremamente minoritaria, voglia sollecitare un cambiamento di approccio, di costume mentale, nella visione e rappresentazione tanto della vita quanto del mondo. Liberarsi, cioè, di quell’idea che l’uomo, essendo l’essere più “evoluto”, possa disporre a suo piacimento di tutto ciò che si trova su questa Terra. Idea antropocentrica che, ricordo, trova le sue “radici” in “terreni” sia teologici che scientifici. Il pensiero di Mancuso si fa più chiaro quando, raffrontando un sistema a rete (come Internet, mutuato dalle piante) con un sistema altamente gerarchico (come la catena di comando militare tradizionale), mostra chiaramente la superiore efficienza del primo sul secondo. Potrei andare avanti con altri esempi e considerazioni ma, accettando la provocazione e l’invito a restare con i piedi per terra, chiudo con uno semplice considerazione. Noi abbiamo il vantaggio, dal punto di vista evolutivo, di poter discutere di questo. Non mi resta che augurarvi una buona visione.

Link del video di Stefano Mancuso su L’organizzazione vista dalle piante” pubblicato su YouTube – https://www.youtube.com/watch?v=verL_bc-tI4 .

Articolo a cura di Enzo Ascani