Eugenio Zaninotto

Nome FornitoreAz. Agr. Terre Eque di Eugenio Zaninotto
IndirizzoRocca Canterano
ProvinciaRM
Prodotticiliegie e confettura mela
Tipologiabiologico non certificato
Sito web
Emaileugeniozaninotto@gmail.com

Azienda Agricola TERRE EQUE di Zaninotto Eugenio

principi ed etiche in permacultura e agricoltura rigenerativa

Presentazione

Con i 1200 Olivi presenti nella proprieta’, il nostro prodotto principale e’ l’olio extra vergine di oliva. La maggior parte di olivi che abbiamo sono centenari, principalmente la cultivar di Rosciola. Mentre a causa della gelata del 1985, una parte degli olivi esposti in una zona meno assolata furono sostituiti con la cultivar di Leccino. Il 2020 e’ il nostro primo anno di attivita’, da Febbraio ad Aprile abbiamo fatto il primo intervento di gestione dell’oliveto effettuando una potatura a vasopoliconico conservativa, cosi’ da lasciare la chioma in equilibrio con l’apparato radicale. Il nostro obiettivo e’ quello di arrivare in tre anni ad una pulizia annuale degli alberi senza dover fare tagli importanti. Non abbiamo fatto nessun tipo di trattamento mentre per concimare la terra ci hanno pensato Pepe (l’asinello) e Stella (la cavalla). La raccolta verra’ fatta con l’abbacchiatore ed i teli, Pepe ci aiutera’ a portare le olive raccolte fino al casale dove verranno stoccate per massimo tre giorni prima di essere portate al frantoio per la molitura. Il Frantoio dispone di impianti di ultima generazione a ciclo continuo e con estrazione a freddo, per ottenere un olio altamente pregiato e ricco di polifenoli, che conserva tutte le caratteristiche organolettiche delle materie prime. L’attenzione verso ogni fase di lavorazione, dalla rigida selezione delle olive, alla gramolatura, fino al confezionamento dell’olio garantisce ai clienti un prodotto di alta qualità, privo di contaminazioni e ricco di antiossidanti, per una conservazione del prodotto nel lungo periodo. Le latte da 5 litri verranno riempite al momento dell’uscita dell’olio dall’impianto e sigillate.

L’azienda

L’Azienda Agricola Terre Eque con i suoi 6 Ha a Gerano, i 7300 mq a Canterano e gli 8.700 mq a Rocca Canterano è dedita principalmente alla produzione di olio extra vergine d’oliva con oltre 1200 esemplari. A questa attività predominante si affianca un piccolo vigneto di 1000 mq. Inoltre sono presenti alberi di castagno, di noccioli, ed alberi da frutto di varie specie. Essa rappresenta una piccola sintesi dei frutti e prodotti del nostro territorio e la sintesi della sua storia. Noi pratichiamo agricoltura naturale e rigenerativa del suolo, promuoviamo la biodiversita’ e non utilizziamo fitofarmaci e prodotti chimici. Non siamo certificati “Azienda biologica” e non abbiamo intenzione di richiederla, perche’ aumentano le pratiche burocratiche e i costi aziendali, inoltre per alcune colture e’ obbligatorio fare trattamenti “consentiti nell’agricoltura biologica”. In caso di necessita’ ricorriamo a macerati, decotti o trappole naturali (come per esempio la mosca dell’olivo)

Il nostro obiettivo e’ di costruire un rapporto simbiotico tra l’essere umano e la natura in tutte le sue forme.

Il territorio

L’Azienda Agricola si trova nella valle del Giovenzano lembo di territorio montano nella provincia di Roma in quanto compreso tra le catene dei monti Ruffi e Simbruini e dei monti Prenestini. Grazie alla conformità del territorio che non favorisce l’agricoltura intensiva e la costruzione di grandi fabbriche abbiamo una qualità altissima dell’aria e del suolo. In questo ambito a prevalente qualificazione naturale si rilevano caratteristiche salienti come i boschi di castagni secolari, gli oliveti, oltre alle aree naturali dei Parchi Regionali dei Monti Simbruini e dei Monti Lucretili. Nei centri urbani del territorio circostante, traspare la millenaria storia urbanistica e religiosa nei castelli, nelle rocche, nelle cinte murarie, nei complessi di chiese e campanili. Consistente e rilevante è anche la testimonianza della civiltà romana, che colonizzò agli albori queste terre, sconfiggendo e sottomettendo le popolazioni già presenti, tra le quali gli Equi. Vi si trovano infatti ancora importanti complessi di ville, acquedotti, strade. Infine la presenza della cultura religiosa in particolare quella dell’origine del monachesimo benedettino, si manifesta in tutta la sua solennità nei complessi dei monasteri di Subiaco, Santa Scolastica, e San Benedetto. Sulla cresta dei monti Prenestini tra aspri crepacci è invece il santuario della Madonna della Mentorella poco fuori l’abitato di Guadagnolo. La forte presenza di storia religiosa ha risvegliato negli ultimi anni il desiderio di un turismo itinerante, a piedi sulle tracce dei santi. Il territorio è stato quindi inserito nel circuito del cosiddetto cammino di San Benedetto e San Francesco. Importante è anche il patrimonio della cultura enogastronomica, fondamentale componente ideale per una più completa attrattiva turistica. Recentemente è stata anche promossa un’interessante rivalutazione del vino cesanese in alcuni territori storicamente noti per questa pregiata coltura.

Cos’e’ la Permacultura?

“permanent agriculture”, agricoltura permanente. Una definizione più corrente di permacultura, che riflette l’allargamento del suo focus implicito nel libro “Permaculture One”, è “terreni progettati coscientemente in modo da riprodurre gli schemi e le relazioni presenti in natura, in grado di produrre abbondanza di cibo, fibre ed energia al fine di provvedere ai bisogni locali”. Le persone, i loro edifici ed il modo in cui organizzano se stessi sono centrali nella permacultura. Perciò la visione della permacultura di una agricoltura permanente o sostenibile si è evoluta in una cultura permanente o sostenibile.

La Permacultura è un processo integrato di progettazione che dà come risultato un ambiente sostenibile, equilibrato ed estetico. Applicando i principi e le strategie ecologiche si può ripristinare l’equilibrio di quei sistemi che sono alla base della vita. La Permacultura è la progettazione, la conservazione consapevole ed etica di ecosistemi produttivi che hanno la diversità, la stabilità e la flessibilità degli ecosistemi naturali. Allo stesso modo si applica a strategie economiche e alle strutture sociali. La Permacultura si può definire una sintesi di ecologia, geografia, antropologia, sociologia e progettazione.