Crea sito

Contropodere

Nome FornitoreAzienda agricola Il Contropodere di Andrea Bacaro
IndirizzoAmelia
ProvinciaTerni
Prodotticonfetture, liquori, noci sapone
Tipologiabiologico NON certificato
Sito webhttp://www.contropodere.it/
Emailcontropodere@tiscali.it

L’azienda agricola biologica Il Contropodere nasce nel 2000, in una piccola proprietà da diversi decenni condotta senza l’uso di alcun prodotto chimico e dispone oggi, a tutti gli effetti, di terreni completamente naturali. L’agricoltura praticata è di tipo biologico, con l’ausilio però più che di prodotti borderline, di alternative come l’omeopatia e fitoterapici preparati con erbe officinali. Nel rapporto con la terra e la crescita delle piante è privilegiato un approccio olistico, che raccoglie tutti gli elementi in una visione complessiva, e in ciò si innesta anche l’utilizzo degli influssi lunari e planetari a scopi agricoli (agricoltura di tipo biodinamico).

La proprietà è inserita nel contesto rurale del comune di Amelia, è una fattoria collinare, senza sfruttamento animale, a vocazione arboricola, con uliveto, frutteti, coltivazione di orticole e di erbe officinali e aromatiche. È circondata da piccole aziende a conduzione familiare, e da vaste foreste, che corrono fino a Todi e a Orvieto per centinaia di ettari, territori già candidati a costituire l’auspicabile “parco dei colli amerini”.

Il Contropodere è dotato di un laboratorio per la trasformazione dei prodotti agricoli. Salse, marmellate, taralli, biscotteria, dolci e liquori sono frutto di tradizioni tipiche locali, proprie o riprodotte con passione filologica. Le nostre produzioni si avvalgono oltre che dei prodotti dell’azienda, anche dei contributi di altre realtà regionali italiane e del mondo, all’interno di canali e reti di produttori biologici e del “commercio equo e solidale”. I sistemi di trasformazione sono rispettosi delle qualità organolettiche di frutta, e vegetali; i macchinari irrinunciabili affidano comunque alle mani gran parte della filiera produttiva del nostro “casalingo di fattoria”.

Non possiamo dirigere il vento. I metodi di coltivazione biologica offrono varie possibilità di fertilizzazione e di lotta alle infestanti e ai parassiti. Tuttavia ci è parso in questi anni, che la scelta più conveniente fosse lasciar fare alla natura, potente laboratorio verde, energia da indirizzare più che da combattere. Coltiviamo varietà locali adattate ai luoghi da secoli, sfruttiamo le potature, le consociazioni, la fertilizzazione con materiali vegetali compostati, le interazioni biodinamiche, e volentieri ascoltiamo nella contrada ciò che i vecchi agricoltori hanno da dire sulle semine e la luna. Non possiamo dirigere il vento, ma possiamo orientare le vele.